casa delle schiave
EnglishItalianoFrançaisDeutsch

Opportunità insolita a Roma per una schiava fortunata.

jap

Di solito evito di pubblicare richieste di contatti in particolare ricerche di schiave, ma, questa volta lo faccio per la particolarità della richiesta.

Naturalmente i mittenti di questa lettera si assumono la responsabilità delle loro affermazioni ma credo che presentino una proposta interessante:

Buongiorno Roger e complimenti per l’iniziativa; davvero una perla rara nel mezzo delle proposte porno e pay che gravitano intorno al mondo slave.

Ti scrivo da Berlino dove sono parte del Consiglio di Amministrazione di un importante azienda aeronautica.

Insieme ad altri due membri del CDA, un uomo di 45 anni ed una ragazza di 30 presto ci trasferiremo a Roma per l’acquisizione di una importante azienda italiana.

Io che ne ho 50, sono un master old style per intenderci, ovvero nessun contatto fisico o promiscuita’ sessuale con la slave, se non per premiarla, facendola possedere da altri uomini. L’Amministratore Delegato invece, è un appassionato di Steel Bondage e Cops approach, mentre la ragazza è una mistress convinta e preparatissima.

Qui a Berlino, abbiamo assunto 3 anni fa, una slave giapponese di 21 anni nel ruolo di segretaria di direzione da porre al centro del nostro gruppo ed è stata un esperienza stupefacente, al limite della destabilizzazione psichica per tutti e noi 4.

Purtroppo non possiamo portarci dietro Yoni a Roma, perché non parla italiano ma vorremmo riproporre la stessa situazione a Roma che però non è Berlino ed è molto più provinciale e meno cosmopolita o aperta.

Ho letto tutti i tuoi post e analizzato tutto il materiale da te prodotto. Purtroppo in Italia molti confondono il BDSM con un mezzo per avere sesso facile e a buon mercato.

Peccato!

Vorrei sapere se puoi aiutarci in questa nostra ricerca assolutamente non facile. L’eventuale lavoro, che sarà di alto livello non è legato in nessun modo a prestazioni sessuali ma ci piacerebbe avere una ragazza che liberamente condivida le nostre abitudini.

Cerchiamo una giovanissima slave, bellissima, assoluta padrona dell’inglese e dell’italiano, meglio se a conoscenza di una terza lingua e possibilmente laureata in discipline economiche. E vorremmo che lavorasse con noi come segretaria di direzione.

Bisognerà girare il mondo, quindi ampia disponibilità a viaggiare.

In cambio offriamo 3 padroni assoluti, 

seri e consapevoli e un impiego ben retribuito a tempo indeterminato.

La sede di lavoro sara’ Roma e possiamo anche garantire anche un alloggio alla fanciulla.

Il mio non è un messaggio fake.

Antonio e Raissa

Questa la mia email:

daddy.berlino@gmail.com

  1. Claudia

    13 ottobre

    Ho scritto incuriosita e un po’ scettica, ma con il desiderio di mettermi in gioco come slave alla prima esperienza. Ho conosciuto due dei tre manager. Tutto vero, anche se non credo sceglieranno me a causa del mio inglese non all’altezza, della non conoscenza di una terza lingua e del mio diploma in arti grafiche, che in economia conta poco. Peccato. Comunque grazie al sito e grazie anche a loro che mi hanno dedicato il loro tempo. Claudia

    • Roger

      14 ottobre

      Di solito evito di mettere in contatto persone che non conosco. Questo anche se le richieste che mi arrivano soprattutto da giovani padroni inesperti sono praticamente quotidiane. E ho fatto un’eccezione per questo caso perché mi sembrava una situazione particolare E di un certo livello. Inoltre avrei fatto soprattutto l’interesse della ragazza che avrebbe avuto un’opportunità difficile da trovare soprattutto nei tempi che stiamo vivendo.
      E comunque complimenti a Claudia per il suo coraggio e soprattutto per il fatto che dimostra Che piano piano la condizione di schiava, diventa qualcosa di naturale che può essere vissuta anche nella vita lavorariva di tutti giorni. Questa è la direzione giusta.
      In realtà ricevo parecchie richieste anche da parte di ragazze che vorrebbero unire la loro sottomissione al comportamento quotidiano sul posto di lavoro. In sostanza Sarebbero felici di poter servire il proprio datore di lavoro identificandolo con il proprio master. È però un discorso molto delicato dove a fianco di situazioni di sincero desiderio, vi sono anche persone che tentano di sfruttarsi reciprocamente, e questa non è una cosa accettabile né tantomeno io posso favorire dei rapporti sbagliati su questo sito che invece cerca di mantenersi sempre non solo nella legalità ma nella ragionevolezza. Lo so che per molte ragazze potere avere il proprio capo come master è un sogno che vorrebbero realizzare. Comunque se riceverò qualche richiesta che mi sembra reale e sincera sarò lieto di pubblicarla perché il connubio tra sottomissione e lavoro è una delle cose più desiderate
      dalle ragazze che vogliono sentirsi sottomesse anche nella vita normale e non solo occasionalmente.
      Roger

    • masterbenve

      18 ottobre

      Ciao Claudia, concordo con Roger nei complimenti per aver acuto il coraggio di dire quello che senti e che provi, vorrei conoscerti per approfondire la tua ricerca di sottomissione.

      aspetto una tua email

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.