casa delle schiave
EnglishItalianoFrançaisDeutsch

Chi è Roger.

Roger inizia la sua vita di lavoro a New York a circa 23 anni come assistente del celebre fotografo Helmut Newton la cui influenza risulterà poi evidente anche nelle foto di questo sito. Frequenta l’università, ma, nel frattempo accumula una grande esperienza nel mondo della fotografia di moda. La vita che conduce gli consente di far parte di un ristretto ambiente e di incontrare celebrità dell’arte e della moda come Andy Wharol, Keith Haring. l’esordiente Partick de Marcellier, David Bowie, Robert Mapplethorpe. Queste conoscenze lasceranno un segno profondo, e rientrato in Italia, diventa prima, fotografo di moda, e poi fonda la sua Agenzia di Modelle. Dopo molte esperienze di lavoro, decide di modificare la sua vita e fonda il suo gruppo riunendo una serie di investitori internazionali e mettendo a frutto le sue relazioni.

Oggi è un uomo d’affari che dirige, a Londra e Milano una company che investe su vari progetti in Italia e all’estero. Un uomo rispettabile dunque, creatore di lavoro e ricchezza da molti anni. Ma con una grande passione che non lo ha mai lasciato: la sottomissione femminile. Da quando appena ventenne comprese di essere nato con l’istinto del Master ha dedicato la sua vita, non solo al suo lavoro ma anche ad investigare sul mondo della Dominazione e Sottomissione in ogni forma possibile, e, presso vari popoli e nazioni. Nell’anno 2000 ha pubblicato questo sito che ha consentito a moltissime persone di avvicinarsi senza paura ad un mondo che molti hanno considerato, a torto, come, proibito e irraggiungibile quando invece fa parte della natura di tutti noi.

Lisa

Lisa, forse la più bella ed appassionata delle schiave della mia vita, con lei abbiamo scritto queste pagine ed è diventata il simbolo di questo sito.

I miei Angeli

Nel corso della mia vita alcune ragazze mi sono state vicine. Queste sono le loro fotografie tutte rigorosamente autentiche. Mi hanno dato grande felicità ed Amore. Se vogliamo dire che siano state le mie schiave, possiamo certamente farlo, ma preferisco sentirle come creature che sono state parte di me ed hanno dato alla mia vita un significato che non avevo il diritto di pretendere. Spero di avere dato loro altrettanta felicità e l’orgoglio di essere state curate ed educate come meglio non avrei saputo fare. Sono stati i miei Angeli.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.