casa delle schiave

AMORE SENZA FINE

Care amiche ed amici,

forse qualcuno di voi avrà notato quella ragazza bionda che si chiama Lisa e che compare in vari post ma soprattutto in alto nel titolo vicino alla scritta rossa della “CASA” oppure nel post Angeli e Schiave

E’ la ragazza e la schiava che ogni uomo sogna di incontrare almeno una volta nella vita. La nostra è stata una profonda storia d’amore, perché lei non solo è una delle ragazze più belle e sensuali che io abbia mai avuto ma ha ancora quella purezza di bambina che vuole solo essere amata ed amare senza condizioni. Viene da un paese del Nord Europa, dove gli inverni sono freddi dove le donne sono meravigliose ma gli uomini sono totalmente disinteressati a loro.

Siamo stati una splendida coppia di Padrone e Schiava per oltre tre anni, e per qualche breve tempo abbiamo accolto una seconda giovane ragazza per la quale poi è nato un sentimento.

Come succede spesso a donne affascinanti, non percepiva la sua bellezza.si considerava una semplice ragazza di campagna.

Mi sono fatto autorizzare a pubblicare le sue foto per potervela mostrare.

 Mi diceva spesso:

Vorrei  darti ancora di più, quando sto vicino a te, e fuggo dalla vita reale, sento di essere in un altro universo dove esistiamo solo tu ed io, e più ti ho dato maggiormente ti ricevo pieno di amore, di energia e forza maschile, più vorrei darti. E un puro scambio di energia. La mia felicità è vederti soddisfatto, felice e orgoglioso di me.

Io senza di te non sono veramente viva e so che tu provi le stesse sensazioni con me.

Le nostre vite sono interconnesse e, separati stiamo male, mentre uniti siamo completi e ci diamo forza a vicenda.

 

Descriveva se stessa così:

Senza il mio Padrone non sono nulla.

Per me un uomo deve accudirmi.

Educarmi

Essere severo quando serve

Proteggermi

Devo essere sua

Amata al 100%

Desiderata e cercata

Pretesa magari

Deve essere geloso e possessivo perché  voglio essere solo sua.

Era una schiava naturale ed era felice di esserlo. Solo più tardi  ho scoperto che lei avrebbe voluto sposarmi, ma, purtroppo non  ha mai avuto il coraggio di chiederlo, le sembrava irrispettoso e lei come schiava, non si sentiva sufficiente e degna.

Poi, per la lontananza e le pressioni della famiglia, la nostra storia è finita ed  è dovuta rientrare a casa e  si è sposata con un uomo mediocre che non è degno di lei e che non è assolutamente  un Padrone. Questo la fa stare malissimo, e, infatti spesso mi scrive o mi telefona.

Alla fine abbiamo capito di aver sbagliato tutti e due.

Sono passati 13 lunghi anni e non abbiamo mai smesso di pensarci reciprocamente. E lei che si era rassegnata  ha lasciato che il marito le desse un figlio senza nemmeno volerlo.

Poi il mese scorso mi ha chiamato, totalmente a sorpresa chiedendomi se poteva vedermi nel mese di Agosto. Stupito le ho detto di sì, avvertendola però che io ero più vecchio di allora, forse meno in forma, ma lei mi ha detto: non parlarmi di queste cose, anch’io non sono più fresca, ma soprattutto io ti ho sempre amato e non vedo nessuno dei difetti che tu mi descrivi.

E’ venuta a trovarmi a casa ed con sorpresa ci siamo ritrovati uguali. Ho di nuovo incontrato la schiava più dolce e più femminile che abbia mai avuto in tutta la mia vita. Nonostante siano 13 anni che non ci vediamo ci siamo abbracciati disperatamente  e nei tre giorni che è stata da me, mi ha portato un’infinita quantità di calore umano, di dolcezza e di femminilità che da tempo non provavo. Oltre ad un erotismo esplosivo capace di far piangere un uomo di commozione.

Questa volta  ha voluto stare ogni secondo con me e abbiamo dormito insieme e ci siamo amati accarezzati abbiamo ritrovato tutte le magie della nostra vecchia storia e, certo, non siamo più altrettanto giovani ma per me lei è sempre bellissima ed ha un corpo persino più flessuoso ed elegante di prima, oggi ha 35 anni. Tanto tempo è passato e in qualche caso si era magari dimenticata delle piccole e tenerissime abitudini che c’erano tra di noi. Per esempio un giorno, distratta dall’emozione  ha semplicemente dimenticato di aprirmi la porta di casa. Di primo acchito si è messa piangere, poi ha voluto una piccolissima punizione e, ancora  dopo mi ha ringraziato perché questo le ha restituito la sensazione di amore che ogni schiava dovrebbe avere per il suo Padrone.

Come ogni cosa il nostro tempo è finito e poco prima di lasciarmi, davanti all’imbarco dell’aeroporto, con gli occhi umidi mi ha detto letteralmente:

Amore mio, la vita ci ha separati ma io sono nata per te. Forse potremo rivederci o forse no.  Promettimi che troverai una ragazza nuova che ti voglia bene e che ti stia vicina come io non posso più fare. Tienila con te, se ha bisogno, aiutala, insegnale tutto quello che conosci, cerca di renderla felice costruite una vita insieme per il futuro ed io sarò felice per voi.

Ho pubblicato questo post su questa storia perché in fondo appartiene a tutti. Lo dico perché voglio che tutti comprendano che un rapporto di questo genere, se è vero e sincero fa bene al cuore, non finisce mai e dura tutta la vita.

Tra Padrone e schiava ci può essere severità ed è anche giusto che ci sia, ma mai cattiveria o volgarità.

Purtroppo, per noi due non c’è più nulla da fare. Siamo andati troppo avanti e la nostra vita non è recuperabile.

Ma voi se potete ancora rimediare ad un errore, non esitate, la vita è una sola. 

Roger

  1. Max

    10 Settembre

    Una storia che aiuta a mettere a fuoco. Il Bdsm è infatti amore, anche se di primo acchito può sembrare l’esatto contrario. Andare oltre i propri limiti, lasciarsi condurre in luoghi misteriosi ma anche eccezionali (per la slave). Guidare con fermezza, sicurezza e decisione, nel caso del Master, per far godere fino in fondo alla propria partner il suo essere donna. Un mondo per anime coraggiose e decisamente non comuni.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.