casa delle schiave

Come trovare una schiava oggi, 1° parte (l’approccio)

Come trovare una schiava oggi senza commettere errori?

Sono molte le lettere ed i commenti che ricevo ogni volta che esce un nuovo post.

Molti di questi annunci o commenti provengono da uomini che si limitano a scrivere una parola sola per esempio “scrivimi” oppure “obbedisci schiava” senza che ci sia stato un minimo accenno di conoscenza ed in modo rozzo e sgrammaticato.

Questi approcci sono frutto di ignoranza e di presunzione, e sono il modo più efficace per allontanare una donna. Questo vale ancora di più nei confronti di una creatura complessa come una ragazza sottomessa.

Ormai queste cose le spiego da anni. Ma evidentemente mi rendo conto che molti uomini non riescono a rendersi conto di chi sia una schiava nel mondo di oggi.

Cercherò di spiegare che una sottomessa e ancor di più una schiava, è qualcosa di prezioso, che cerca amore e sicurezza e che vorrebbe disperatamente un uomo di cui fidarsi completamente ma che spesso ha avuto brutte esperienze nella vita. E’ spesso pronta a donarvi tutto in cambio di un po’d’amore e che, quindi va protetta e tenuta vicina.

Non dovete farle del male, nemmeno moralmente perché sarà lei a donarvi  tutto.

Ma allora, come si trova e si consolida il rapporto con una nuova sottomessa?

E infine come ci si prende cura di lei facendo in modo che la vostra unione diventi sempre più appassionata, come la si lega strettamente al suo Padrone, che poi è quello che lei maggiormente desidera?

Non esistono  si  metodi semplici uguali per tutte, ogni donna è un mondo a se, ma ci sono indicazioni utili che possono aiutarvi a non sbagliare troppo.

Prima di tutto una schiava è una donna che sente il bisogno irrefrenabile di appartenere a un altro essere umano.

Può essere anche ad un’altra donna, ma  più spesso vuole appartenere ad un uomo.

Al suo uomo, per essere guidata ed abbandonarsi completamente a lui.

Non vuole assumersi responsabilità e neppure pensare. Prova piacere ad obbedire e basta. E’ quindi un grave errore pensare che poiché ama la sottomissione sarà dunque disposta ad obbedire a chiunque o peggio ad essere semplicemente usata sessualmente. Non funziona così.

Invece posso testimoniare che, se riuscirete a creare la chimica adatta lei sarà pronta a compiacervi in tutto e difficilmente vi dirà di no , Anche alle cose più estreme, purché sappiate come chiederle.

Priviamo a fare un esempio ricorrente che si verifica quasi sempre quando un nuovo Padrone e una nuova sottomessa iniziano a vivere insieme ed esplorano le fantasie più ricorrenti.

Lei naturalmente desidera  appartenergli e compiacerlo in tutto ma, sapendo che molti Padroni amano cedere la propria schiava ad altri, che siano uomini, donne, amici o sconosciuti, sia per rafforzare il proprio controllo su di lei, sia per capire fin dove si spinge la sua obbedienza, lei chiederà sicuramente se anche lui desidera questo e se un giorno le verrà chiesto di accettare questo tipo di obbedienza.

Naturalmente la ragazza non ama essere ceduta perché sogna un amore romantico, senza altri uomini od altre donne. Se le direte di stare tranquilla che non le verrà imposto nulla del genere lei sarà felice.

Però non è così semplice. Lentamente lei comincerà a sentirsi in colpa per essersi negata e, senza dirlo a nessuno comincerà a sentire che se il padrone davvero lo vuole è suo dovere farlo e quindi si offrirà di farlo senza nessuna forzatura.

Lo stesso avverrà se volete, per esempio estendere il vostro rapporto ad una seconda ragazza.

Se saprete come farle capire che lo desiderate veramente, e che se avvenisse realmente voi l’amereste ancora di più.

Dopo poco tempo lei si offrirà a voi e accetterà una seconda ragazza in modo quasi automatico.

Quante ragazze sono capitate a me che, la prima sera, quando ho chiesto se avevano avuto esperienze anche con altre ragazze, mi hanno risposto che no, assolutamente non ci avevano neppure mai pensato, per poi trovarmele nel letto insieme all’amica più bella, o alla mia ragazza, in segno di omaggio e di obbedienza per il Padrone.

Ma naturalmente bisogna saperci fare, farle sentire che l’amate e che può fidarsi di voi, soprattutto  non obbligarla assolutamente o il fallimento è assicurato.

Queste poche righe, che possono poi essere chiarite e approfondite in privato per chiunque avesse voglia di scrivere e riguardano solo i primi passi che sono però anche quelli più difficili e incerti.

Prossimamente parleremo delle fasi di educazione, dei ruoli che la schiava sogna (Daddy/Daughter), schiava bambina, schiava d’amore, schiava sessuale, moglie devota, masochista, dipendente dal dolore, amante del servizio e dell’umiliazione, bisessuale, amante della castità e della costrizione fisica, e molti altri, fino agli esempi più estremi che molti di voi farebbero fatica anche solo ad immaginare, ma che esistono realmente anche se in un modo oscuro e segreto.

Di questi ultimi parleremo la prossima volta se dalle vostre lettere mi renderò conto che desiderate davvero saperne di più.

Per una volta ancora vi invito a partecipare, con lettere e commenti per rendere sempre più vivo questo blog, magari pubblicando la vostra storia personale, se è interessante, ma sempre, come al solito in un totale anonimato.

Tanti auguri a tutti e tutte e vi ricordo che la mia email per i contatti privati è rogermaster@outlook.com

Roger

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.