casa delle schiave

Due Parole di Benvenuto

Cari Amici e Amiche

Finalmente ce l’abbiamo fatta: abbiamo un vero Blog.

E’ uno spazio per tutti dove tutti possono intervenire in totale libertà.

Basta censure di Facebook , nessuno sarà bannato,ammonito o infastidito purchè non si comporti in maniera da infrangere la legge. Io sarò un Webmaster, molto tollerante ma nessuno deve mettere in pericolo se stesso e gli altri.

Potrete commentare, inviare foto, e video, potrete incontrarvi tra di voi, fare amicizia e magari qualcosa in più, perchè no.

Intervenite numerosi e sarete i benvenuti.

ROGER

  1. Marica

    18 Novembre

    Buon giorno Signore, eccomi qua a postarLe la mia riflessione notturna. Innanzitutto GRAZIE con tutta la mia anima, mai e poi mai pensavo di ricevere un Grazie da Lei, mi colma di gioia e le mie mani tremanti a fatica trovano i tasti per scrivere queste poche righe. Il Grazie va meritato e sinceramente che dire…..GRAZIE a LEI SIGNORE!!!!

    In riferimento al Suo intervento del 14-10-2012 su FB……..ecco le mie poche righe :

    Come sempre riesce in poche righe ad esprimere un Universo di pensieri!! Che mente meravigliosa!! Purtroppo la disgregazione delle famiglie sta portando ad una totale perdita dei valori e dei ruoli reali. Sono una mamma single non per scelta, ma per obbligo, il padre di mia figlia non ha sopportato il suo ruolo di mio Padrone e Padre. per me è stata una sconfitta enorme…. ” figli e le figlie di famiglie divorziate cresciute in affido alle madri hanno imparato a temere le donne e ad odiare gli uomini” ….mi auguro di no, almeno spero non vorrei mai che mia figlia si rivedesse in tutto questo e allora cosa fare?? Sono cresciuta in una famiglia fantastica, amata e desiderata, coccolata da un padre autorevole con una grande capacità di dosare sapientemente amore e severità, anche adesso mi sta guardando male, vorrebbe vedermi dormire un pò….ma non ci riesco….torniamo a noi……..”le femmine sono cresciute senza un padre da amare e ammirare e sulla cui figura cercare, in futuro il loro marito.” Ecco il vero punto dolente, la mia bambina non ha una figura maschile da amare con dedizione assoluta come solo una figlia sa fare e d’altro canto anch’io non ho un Uomo a cui potermi affidare per potermi sentire sicura in questo percorso di crescita e dimostrare alla mia bambina quanto il legame che si crea tra due persone che si donano nel rispetto più assoluto sia il raggiungimento massimo della felicità. Sarebbe bellissimo se io potessi donare tutta me stessa ad una persona adulta, mentalmente matura e indipendente, tutti i miei dubbi e insicurezze per poter essere guidata verso la giusta direzione. In questo modo la mia mente legata alla mia Guida sarebbe finalmente libera di dedicare tempo a chi mi guida e mi sentirei una madre migliore con meno sensi di colpa.Comunque è tutto molto difficile da spiegare ….come sempre rimarrà un mio sogno…un mondo dove le donne possono dedicarsi anima e corpo ai loro amori …uomini o figli che siano…..una persona amata esprime sempre il meglio di se stessa….ma sognare non costa nulla…Come sempre Grazie della disponibilità e per avermi accettato tra i suoi pensieri….anche se so benissimo di non esserne degna. Buona notte Marica.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.