casa delle schiave

FATTI AIUTARE (MOTHERLESS)

Mi scuserete se qualche volta uso il blog come uno sfogo personale, ma so che mi rivolgo a ragazze che capiscono e con le quali parliamo la stessa lingua.

All’incirca nell’ultimo mese ho avuto la fortuna di avvicinarmi ad una giovane 25 enne che mi ha chiesto di fare di lei una brava schiava. Abbiamo molto parlato e ci siamo anche visti ci siamo subito piaciuti molto e abbiamo deciso di stare insieme.

IL SUO CORPO

Lei voleva esattamente quello che volevo io, stabilità senso di protezione ed una speranza di vivere una storia che potesse durare nel tempo.

In sostanza un minimo di speranza di non essere usata e abbandonata dopo pochi mesi.

Le stesse cose che io avrei fortemente voluto. Voleva avere un Padrone vicino perché la aiutasse a crescere e ad avere una continuità nella vita.

Ho iniziato dolcemente con lei.

Ho stabilito i ruoli, e imposto le regole, evitando da subito un trattamento severo, poiché per obbedire a cose importanti bisogna averle prima interiorizzate.

Ma anche per le piccole cose serve averle comprese prima.

L’ultimo caso è stato quando l’ho portata a casa, e le ho detto di spogliarsi e di stendersi sul letto. protetta dal freddo solo da una grande e morbida coperta di cachemire.

Le ho detto: devo uscire per un’ora e non voglio che tu ti muova da qui, al mio ritorno voglio trovarti nella stessa identica posizione.

E allora lei mi ha detto: legami in modo che nessuno mi porti via da te.

Ho preso una catenella e l’ho legata alla caviglia. Tre metri di lunghezza per potersi muovere senza andare lontano.

Al mio rientro l’ho trovata perfettamente al suo posto ma con uno sguardo radioso, felice ed eccitata. Mi ha detto semplicemente: ti ringrazio, non ero mai stata legata, ma oggi sono felice, ho dimenticato il mondo intero, le preoccupazioni, le cose e le persone ed ho pensato solo al momento del ritorno del mio Padrone. Mai ero stata così felice, e da quando mi hai legata e resa tua prigioniera, per la prima volta mi sono sentita LIBERA.

E come se si fosse spalancata una finestra di conoscenza.

Non voglio annoiarvi ma posso dire che dopo tanti anni ho percepito chiaramente che stava per nascere una storia d’amore. 

Purtroppo avevo sottovalutato il problema della distanza unito a quello di una madre iperprotettiva che in sostanza ha assunto un potere totale sulla figlia, bloccandone di fatto lo sviluppo fisico ed emotivo.

Il fatto che loro abitassero insieme e non lasciarla mai uscire di casa, controllarla in ogni movimento ci ha praticamente consentito alla fine di vederci pochissime volte e comunque  a distanza di troppo tempo Ha reso difficile vedersi, difficile telefonarci, difficile lasciarsi andare.

Difficile costruire un rapporto di affetto abbastanza profondo tra noi sappiamo tutti che una relazione Padrone Schiava ha bisogno d’amore.

Alla fine ci siamo trovati insieme in un lettone ma con un peso sul cuore, e lei con la paura di non poter avere in futuro la possibilità e la libertà di vivere un corretto rapporto con il suo Padrone ed avere la vita felice che desiderava.

Così a volte i genitori rovinano i figli.

Le ho restituito la sua libertà, naturalmente e ci siamo separati mentre lei piangeva sapendo che in quel preciso istante ci eravamo persi.

La ricorderò sempre con tenerezza ma è chiaro che eravamo di fronte ad un blocco difficilmente superabile.

Ciò non ostante bisogna andare avanti.

Io non voglio più vivere una storia del genere.

 

E quindi questa volta cerco anch’io la ragazza giusta e permettetemi di descriverla.

FATTI AIUTARE

Io sono un uomo “grande e adulto” ma giovanile e di corporatura forte ma elegante e di classe e cerco una giovane sottomessa, ancora fresca e dolce e pulita.

Una ragazza per relazione seria, ancora flessibile nell’anima e di cui prendersi cura. Insegnarle a diventare una giovane schiava, preziosa come una stellina, da educare e coccolare.

Viso pulito e comportamento educato e rispettoso. Una ragazza che ha sofferto, che capisce le difficoltà della vita.

Ragazze e che essendo infelici, desiderano qualcuno che si occupi di loro, senza bisogno di preoccuparsi più di niente. Quelle che gli americani chiamano “motherless”

Vorrei che fosse una ragazza semplice,  l’aspetto fisico può non importare anche se mi piacerebbe che fosse sottile, minuta, e che, in qualche modo sollecitasse il mio istinto di protezione.

Non mi importa nulla se sia ricca o povera, se abbia avuto un passato difficile anche se avesse subito degli abusi, se abbia un animo a volte triste e a volte giocosa. Se la famiglia non la ha aiutata o se si è dissolta senza accudirla.

Se  non riesce ad immaginare un futuro, se pensa di non farcela da sola Io posso darle un futuro. Deve semplicemente non vergognarsi di chiedere aiuto. D’altra parte si sa che nessuno si salva da solo.

Sarei molto contento se avesse bisogno di una rinascita, come me.

PACE,INSIEME

PACE FINALMENTE  INSIEME

E se desiderasse dimenticare anni magari difficili potremmo farlo insieme.

Sarei felice se fosse anche molto più giovane di me e che desideri un uomo adulto ed esperto.

Una guida o un padre per lei, e, se avrò la fortuna di incontrarla si può immaginare una vita insieme.

Ma soprattutto che sia libera da condizionamenti di marito, padre, madre che impediscano il nascere di un rapporto corretto tra di noi.

Anch’io ho infine bisogno di pace e vedo la mia vita futura solo con la mia giovane schiava.

Roger

  1. EVA

    13 Luglio

    Caro Roger
    Io ti conosco personalmente da anni e, parlando da donna, non capisco come questa tua giovane schiava non abbia capito che fortuna le era capitata. So cosa vuol dire essere innamorati. Non te ne frega niente se la mamma ti chiede dove vai o cosa fai… La cosa più importante è quella che fa battere il cuore…
    E se lo penso io che sono grandina…a 25 anni ne sarei stata ancora più convinta. So che sei capace di dare tutto perché tu sei soprattutto Padrone delle Anime.
    Mi ricorda quelle persone che buttano via il biglietto di una lotteria senza rendersi conto che era quello vincente.
    Dimenticala, è meglio.
    Se solo avessi l’età giusta verrei io a buttarmi tra le tue braccia, e tante altre che conosco se solo ti conoscessero come ti conosco io.
    Ti abbraccio.
    EVA ROCCA
    evabsx23@gmail.com

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.