casa delle schiave
EnglishItalianoFrançaisDeutsch

Un anima da schiava

Condividi:

 

 

 

 

 

 

 

 

Vi ripropongo un post di qualche tempo fa che, nonostante il tempo è ancora estremamente attuale.

Qui c’è scritto tutto quello che è necessario sapere, non serve altro.

Leggete con attenzione.

Uomini e donne, siamo profondamente diversi, la pensiamo diversamente e abbiamo esigenze diverse, chiunque voglia dirmi il contrario o è illuso dalla società o è semplicemente cieco.

Vorrei brevemente sfatare un altro luogo comune: Si dice che le donne cerchino il denaro, il potere, l’intelligenza, la forza e l’atteggiamento in un maschio. Perché?  È perché le donne vogliono un posto sicuro per crescere i loro figli e vogliono qualcuno che le può proteggere e procurare adeguati mezzi di sostentamento.. Vogliono una figura paterna, su cui possano contare  in modo da avere ed allevare i propri figli tranquillamente. E’ la semplice regola della selezione naturale. Questo è il motivo per cui si vedono tante donne giovani con figli di uomini più ricchi e intelligenti. Vedono la stabilità e la sicurezza,magari non a livello cosciente, ma già intuiscono di aver trovato un buon compagno. Ma le donne non amano gli uomini sottomessi, pigri e compiacenti. Quando alcune donne si trovano di fronte da un maschio sottomesso o inferiore provano disprezzo, si arrabbiano e fanno di tutto per indebolire quella persona ancora di più. Dunque, fatte queste premesse necessarie,dobbiamo stabilire una cosa importante: una schiava non è in nessun modo costretta a comportarsi come tale, ma è lei che lo desidera, e non può farne a meno. Desidera che il suo Uomo si assuma le responsabilità interne alla loro relazione e quelle verso l’esterno, e per questo è pronta ,anzi desidera fortemente,non pensare più a niente e cedere a Lui ogni decisione.

Prendiamo Lisa (Elizabeth) la ragazza che vedete qui. Nella foto. La nostra storia è completamente anomala.
Noi ci siamo incontrati per caso, Siamo andati a cena, e lei non sapeva neppure cosa fosse una schiava. Era solo una semplice ragazza di campagna. È nata una storia, ma io avevo capito che dentro di lei bruciava quel fuoco che non ti lascia mai tranquilla. Le ho proposto di essere educata a modo mio come schiava  esclusivamente me, promettendole di non darla a nessun altro. Lei ha accettato ma aveva molta paura. Poi, dolcemente ha capito che la strada per diventare schiava passa dalla volontà di annullarsi completamente. Ora ha compreso bene la necessità e le ragioni che esistono dietro a questo stato di cose, anche se a volte è stato difficile per lei. La maggior parte delle schiave dicono che di essere già in grado di accettare questo fatto, ma quando si trovano di fronte alla realtà spesso vengono prese da un forte stato d’ansia. La lotta interna è in corso per tutto il tempo in cui una slave non ha ancora accettato la sua fede, ma poi a poco a poco la formazione, che le viene data annulla i suoi dubbi e le resistenze, e in un paio di mesi o giù di ha completamente accettato l’autorità del suo proprietario ed è davvero pronta a servire in modo ancora più naturale e sereno di prima. Una schiava ha bisogno di una messa a fuoco, ha bisogno di capire che nulla nella sua vita sarà mai più lo stesso, una volta che ha accettato di essere una proprietà per il suo Master. Ora lei è controllata in ogni modo possibile ed è così che deve essere, tanto che se il suo master non riesce a controllare ogni suo movimento, pensiero e comportamento la sua formazione si concluderà con uno schiava confusa e infelice.

Perché ogni schiava vuole ed esige di essere tenuta sotto controllo fino in fondo e oltre. Non vuole prendere decisioni in merito a qualsiasi argomento,e,se costretta a farlo la cosa la rende nervosa e inquieta.

Se le si lascia pensare a se stessa od agli altri, si fa loro del male in un modo o l’altro.

Una vero schiava,che vuole essere dipendente dal suo tutore e proprietario, guarda a Lui con Adorazione e desidera soltanto servirlo, sempre di più. Lisa ha cominciato a capire presto ed ora è più felice di quanto sia mai stata prima. Dopo la mia educazione, finalmente lei rispondeva molto rapidamente a ogni comando e con un sorriso. Il suo sorriso e il desiderio di servire con entusiasmo ad ogni mio ordine, non importa se si trattasse di lavori domestici, o di essere usata fisicamente o sessualmente,erano il mio orgoglio e lei non esitava ad eseguire, Lisa era sconvolta quando sentiva di non aver fatto del suo meglio o quando capiva di avermi deluso. Ma questo che ho voluto farvi è solo un esempio. Una cosa che tengo a ribadire è che qui non si parla di condizione femminile nè di rapporti tra i sessima esclusivamente di quelle ragazze o donne che desiderano fortemente e sono profondamente eccitate dall’annullamento della loro identità attuale, dal senso di Adorazione nei confronti dell’Uomo che desiderano e dalla necessità di essere curate, difese e educate da un Uomo veramente Dominante. E tutto per loro precisa e libera volontà Questo fenomeno esiste, ovviamente anche al maschile ma non è di questo ovviamente di cui ci occupiamo in queste pagine. La prossima volta vedremo come iniziare in modo pratico e concreto l’educazione di una ragazza che incomincia e che diventerà presto una giovane schiava.

Per informazioni siamo sempre a vostra disposizione.

Roger

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.