casa delle schiave

Una Splendida Lettera

Vorrei pubblicare, con il suo permesso, una bella lettera ricevuta da una schiava che ha voluto incontrarmi. La trovo forte e delicata,scritta da una schiava che sente di esserlo profondamente. CARO ROGER Ho disperatamente bisogno di incontrarti. Ti prego dammi questa opportunità. Sono Schiava non per costrizione.. ma per un bisogno reale e concreto di vivere e di sentirmi Femmina. Il mio ego, quello femminile e sensuale è alla…costante ricerca della libertà che solo il mio Padrone può donarmi. Si..intendo la libertà di essere schiava. Libera di essere schiava, due parole discordanti che esprimono il Mio universo.Universo che voglio donare al mio Uomo, Compagno, Maestro..alla mia guida..al Mio Signore.Femmine che si definiscono schiave..per il mero e carnale divertimento di una notte.. Oche che si presentano come schiave perchè è una recente moda uscita allo scoperto..Donne libere..come me.. se solo sapessero quanto sono inutile, misere..quanto sono vuote e piccole senza un Padrone che le guidi e che si occupi di loro.Alchimia..una parola che racchiude il rapporto di un Padrone con la sua schiava.Io ho bisogni di vivere..di essere schiava,,ho bisogno di un Padrone poichè una schiava non è tale senza.Vorrei appartenerti, essere la tua cagna, la tua puttana..il tuo oggetto sul quale poterti sfogare e divertire..il tuo passatempo preferito. Schiaffeggiami.. calpestami..allontanami con dei calci, sputami addosso ricordandomi con la Tua Voce quanto sono sporca ed inferiore. Tornerò da te strisciando, sottomessa, alla mera ricerca di una semplice carezza o di una sguardo.. perchè quelle voce che mi offende è la mia guida..e quelle mani che mi colpiscono e abusando del mio corpo sono la mia ancora. Solo aggrappata a te sono bella, sensuale..femmina. Fammi mangiare a terra, dormire ai piedi del tuo letto.. fammi fare pipì come una cagna..desidero farlo se è questo che mi compete per avere l’ONORE di portare il tuo collare al collo. Lasciami cucinare per te.,pulire..lasciami essere la tua domestica, la tua cameriera..la tua cuoca..il tuo autista..Lasciami essere ciò solo in cambio di quelle cinghiate sulla schiena che bruciano e mi fanno sentire bene..amata. Permettimi di essere sempre perfetta, bella, educata e sottomessa a te..Ogni minuto ed in ogni situazione, cosi che il mondo sappia che io ti appartengo. Fammi male quindi..umiliami..è questo che mi rende una vera donna..questo mi rende tua..questo è essere AMATA..Voglio che tu sia il mio Padrone. Paola
  1. Stella

    16 Novembre

    Non la trovavo Master Roger

  2. Marina dell Amore Naturale

    7 Dicembre

    Buona sera Signore,

    vorrei pubblicare con il Suo permesso una lettera che Le avevo inviato tempo fa.
    Non mi interessa che commentino le mie parole, ma vorrei che nel leggerla le altre persone riescano a comprendere la Sua grande forza, far capire loro come Lei riesce ad infondere sicurezza e serenità con i Suoi pensieri e principi dell’Amore Naturale.

    Grazie per avermi permesso di entrare nel Suo sito e darmi la possibilità di esprimermi liberamente.

    Umilmente al Suo cospetto Marina dell’ Amore Natuale.

    “Buona sera Signore,
    Grazie, la Sua lettera mi ha permesso di sentirmi finalmente libera e serena di fronte alle mie emozioni ai miei dubbi, ho spazzato via dalla mia mente le costrizioni sociali che la vita “pubblica” ci impone, è tutto molto più chiaro e mi sento di affrontare questa mia nuova vita in modo più consapevole con entusiasmo, con gli occhi di bambina che si affaccia ad un nuovo mondo. Rinascerò potendo esprimere la mia vera natura che ha trovato la forza di emergere.
    Scelgo Signore di affidarmi totalmente a Lei come mio Maestro rispettando i Principi e le Regole che Lei vorrà insegnarmi.
    Grazie Signore per il Dono della Sua esperienza, per accogliermi sotto la Sua cura.
    Signore Lei ha già iniziato a proteggermi dalla nostra telefonata, mi sono sentita avvolta in un forte abbraccio.
    Grazie Signore, mi impegnerò con devozione, rispetto, umiltà, sincerità, lealtà, amore, la seguirò Signore ovunque vorrà portare il mio corpo, la mia anima, la mia mente e il mio cuore.”

    Umilmente al Suo cospetto.
    Marina dell’Amore Naturale.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.